Scritte led con luce posteriore.

Led backlit letter, nuove lettere sagomate per scritte con luce posteriore.

Vuoi creare nuovi sistemi luminosi mediante scritte e lettere illuminate dal led?

In questo articolo vogliamo spiegarvi step by step come creare un file idoneo per la corretta progettazione di lettere e logo luminosi da applicare su pareti, insegne da interno ed esterno.

Sei un tecnico e conosci già le specifiche tecniche a riguardo? bene, salta la lettura di questo articolo e visita la pagina con la nostra produzione.

 

Affrontiamo insieme una guida particolarmente utile!

Prima di iniziare facciamo una piccola panoramica.

Anche se confrontabili ma non uguali, le lettere illuminate dal Led si distinguono in due tipologie.

In base all’orientamento della fascia luminosa, in mercato si possono reperire lettere a luce frontale e lettere a luce posteriore.

In questo articolo affronteremo le backlit Letter, il termine inglese utilizzato per esprimere appunto la soluzione con luce riflessa da dietro.

Lettere e scritte luminose ormai diffuse nel settore della comunicazione, sono presenti in commercio per dar vita a insegne, decorazioni di pareti, personalizzazione di locali, banconi e reception

Sono applicate con dei distanziali che permettono la diffusione della luce prodotta dal Led sulla superficie retrostante, creando un effetto esteticamente impattante.

 

Il loro utilizzo è necessario li dove la marca vuole imporsi al consumatore con efficacia ed eleganza. Esistono tanti materiali per comporre le lettere luminose, i più utilizzati sono pvc, plexiglass, alluminio e il tipico legno per chi ama rimanere legati al vintage.

 

Come si installano?

La loro applicazione prevede un punto luce per lettera nel caso di scritte composte da più elementi separati e un unico punto luce in quelle scritte/logo composte da un unico componente.

Le lettere/logo possono essere installati su superfici dove l’accessibilità è anteriore (esempio 1: pareti in muratura) o su superfici agibili anche dal retro (esempio 2: finte pareti, pannelli separatori, reception e scatolati).

 

Esempio 1 accessbilità anteriore

Esempio 2 accessbilità anche posteriore

 

Lettere con accessibilità anteriore

Nel primo caso è necessario prevedere la posizione dell’intera scritta/logo durante una fase progettuale, è indispensabile conoscere la posizione del punto luce al fine di nascondere i fili dietro la/le lettere. In questo caso è consigliato l’uso di una dima che permetterà di conoscere, grazie a dei segnali ben precisi, la posizione dei distanziali e il buco da dove usciranno i fili di alimentazione provenienti da tubazioni sottotraccia.

Lettere con accessibilità dal retro

Rispetto al primo caso gli impianti elettrici si potranno concludere comodamente anche in fase di installazione delle lettere/logo, operando comodamente dal retro del pannello o parete in cui sono installate. Sono correlate anche queste da dima.

 Dimensioni ammesse per lettere/logo

I sistemi luminosi al suo interno ospitano moduli led,  è logico quindi che per poter inserire questi impianti la dimensione e lo spessore delle lettere devono rispettare determinati parametri, uno di questi è la larghezza del profilo della lettera.

Da questo momento in poi definiamo con la  la larghezza del profilo del font scelto.

Il valore (L) deve avere una dimensione di 1,8/2 cm, se lo spessore è inferiore diventa complesso, quasi impossibile, creare lettere con luce riflessa.

A tutto c’è  una soluzione!

Precisiamo che normalmente questa problematica si presenta nei caratteri  graziati, usati di solito nei lavori stampati come libri e giornali. Questi sono i classici minuscoli e corsivi,  che rispetto alla A precedente, sono caratterizzati da un tracciato che varia da più robusto a più sottile, come l’esempio che segue.

In questo caso la lettera A presenta uno spessore che in alcuni punti è idoneo e in altri no (icona verde e rossa dell’immagine in alto). Le zone col simbolo rosso non potranno ospitare al suo interno i nostri preziosi moduli led.

Come fare in questo caso a creare un tracciato tale da poter ospitare led?

Bisogna trovare il giusto “compresso”.

La scelta stilistica che segue propabilmente è poco apprezzata,  ma come già anticipato,  è un compromesso.  Ci stiamo limitando a fornire la soluzione valida a chi intende comunque creare lettere luminose ( con luce posteriore ) pur non possedendo uno stile di carattere appropriato a questo tipo di lavorazioni.

Il tutorial che segue prevede l’ingrossamento delle lettere al punto tale da rendere fattibile la lavorazione. Le lettere con altezza più piccola (dai 15 cm ai 30 cm) avranno bisogno un intervento di ingrossamento più aggressivo, mentre le lettere con altezza più grande (superiore ai 30 cm ) si limeteranno ad un leggero ingrossamento (dato che lo spessore del tracciato di una lettera alta, già di suo, è più  vicino all’idoneità).

Forse il concetto non è del tutto chiaro, quindi vi vogliamo mostrare  questo esempio:

Come da esempio, la lettera alta 15 cm non potrà mai ospitare i moduli led quindi è stata ingrossato il bordo al fine di ottenere una larghezza del profilo di 2 cm, la stessa identica cosa è stato fatto per le altre due lettere alte 30 cm e 50 cm. Potrete notare che la lettera meno alta ha perso totalmente la sua forma iniziale. In questi casi è meglio cambiare font o addirittura pensare di realizzare scritte non luminose. Le lettere successive alte rispettivamente 30 cm e 50 cm, invece,  anche se ingrossate, sommariamente hanno mantenuto lo stile iniziale.

L’ ingrossamento di un tracciato su Illustrator ha un termine ben preciso: scostamento

Impariamo adesso su Illustrator come convertire le scritte in tracciati e rendere più corposo lo spessore del tracciato grazie alla funzione scostamento.

Ecco le fasi:

  1. creare un file con le dimensioni della scritta che intendiamo realizzare
  2. scegliere un font
  3. convertire il font in contorno (c’è chi definisce questa conversione con altri termini: curve di livello, o tracciati)
  4. verificare che la larghezza del profilo della scritta (L) è idoneo
  5. Scostare rendendo il tracciato più largo, in caso di non idonietà 

 

Tutorial

 

Clicca su file e dopo seleziona la voce Nuovo

 

Inseriamo il nome del file e la dimensione della nostra scritta/logo (selezionare come unità di misura: centimetri)

 

Selezioniamo lo strumento testo, scegliamo uno stile di font e scriviamo in un punto qualsiasi del nostro foglio.

 

Scriviamo il contenuto desiderato. Noi abbiamo scelto Life

 

Selezioniamo la frase Life e convertiamo in contorno.

 

Selezioniamo la frase e allarghiamo fino alla dimensione che desideriamo, in questo esempio abbiamo inserito il valore di 25cm di larghezza. Col vincolo della proporzione bloccato, automaticamente illustrator ci ha restituito l’altezza di 22,54 cm.

Verifichiamo adesso se lo spessore della lettera (L)
è idonea
o ha la necessità di essere ingrossata col procedimento dello scostamento.

Per far questo possiamo usare uno strumento molto utile di Illustrator che ci permette di rilevare misure: strumento misura che si trova sotto lo strumento contagocce

 

per visualizzare lo strumento misura e poterlo selezionare teniamo premuto lo strumento  contagocce.

 

Dal menù Finestra apriamo la scheda Info che ci servirà a leggere la misura rilevata

 

Come rilevare una misura con illustrator?
Clicchiamo sul bordo di una lettera qualsiasi fino al bordo opposto e vedremo apparire sulla scheda Info precisamente accanto alla lettera D (distanza) un valore di 1,56 cm.
Facciamo diversi sondaggi su altre lettere per capire se la larghezza del profilo è simile o se in alcuni punti della frase è inferiore.

Dato che abbiamo rilevato una larghezza di tracciato di 1,56 cm abbiamo la necessità di ingrossare leggermente le lettere al punto di raggiungere una larghezza lavoravile (come abbiamo detto sopra è di circa 2 cm)

Attenzione “un pò di matematica” da 1,56 cm  per raggiungere una larghezza di tracciato pari a 2 cm è indispensabile scostare di circa 0,20 cm. (approssimiamo)

 

Selezioniamo la vode dal menù Effetto > tracciato > scostamento tracciato

 

Inseriamo un valore di 0,2 cm (sono più che sufficienti), vedrete ingrossare leggermente la lettera. Per concludere dovete compiere un ultima azione.

 

Sempre con le lettere selezionate cliccate su Oggetto > espandi per generare la nuova forma. Se non fate questo rimarrà solo un effetto modificale, in questo modo avete definitivamente ingrossato le lettere, che se andrete a controllare con lo strumento misure, verificherete che la larghezza del tracciato adesso sarà di circa 2 cm.

Avete concluso il  file, inviate in lavorazione il vostro progetto. Sarà compito dell’artigiano di fiducia, intagliare, assemblare e verniciare al fine di fornire una lettera definita in tutti i suoi aspetti.

 

Inventiva Blog

Il luogo di incontri fra tecnologia e artigianato. Sei un grafico, un designer, un progettista, qui trovi risorse basate su esperienze vissute giornalmente con persone vere che come te amano condividere passione per la  comunicazione visiva. 

Promo in corso


Sconto 30%
Sulle targhe in plexiglass
singola lastra


Da € 3,12
Targhette porta incise. Su abs finitura acciaio o oro spazzolato.
Disponibile anche alluminio o ottone.

More from our blog

See all posts

Leave a Comment